Mindfulness e Demenza: utilità e direzioni future

A cura di Ilaria Passeggia Mindfulness Training for People With Dementia and Their Caregivers: Rationale, Current Research, and Future Directions. Berk L., Warmenhoven F.,van Os J.,van Boxtel M. Frontiers in Psychology. 2018 Jun 13;9:982. doi: 10.3389/fpsyg.2018.00982. eCollection 2018. In genere la demenza comporta un incremento dei vissuti di stress e di incertezza sia per le persone che ne sono affette sia per i loro caregiver, coloro che se ne prendono cura. Per questo motivo diventa importante trovare nuove strategie in grado di incrementare il benessere di entrambi. Tra gli interventi che si sono dimostrati utili a tale scopo vi è il training Mindfulness. […]

12 Ottobre 2018|News Familiari|0 Comments

Mindfulness e Demenza: utilità e direzioni future

A cura di Ilaria Passeggia Mindfulness Training for People With Dementia and Their Caregivers: Rationale, Current Research, and Future Directions. Berk L., Warmenhoven F.,van Os J.,van Boxtel M. Frontiers in Psychology. 2018 Jun 13;9:982. doi: 10.3389/fpsyg.2018.00982. eCollection 2018. In genere la demenza comporta un incremento dei vissuti di stress e di incertezza sia per le persone che ne sono affette sia per i loro caregiver, coloro che se ne prendono cura. Per questo motivo diventa importante trovare nuove strategie in grado di incrementare il benessere di entrambi. Tra gli interventi che si sono dimostrati utili a tale scopo vi è il training Mindfulness. […]

4 Ottobre 2018|News Familiari|0 Comments

Una corretta alimentazione per un sano invecchiamento cerebrale

A cura di Evita Tomasoni Association of long-term diet quality with hippocampal volume: longitudinal cohort study. Akbaraly T, Sexton C, Zsoldos E, Mahmood A, Filippini N, Kerleau C, Michel Verdier J, Virtanen M, Gabelle A, Ebmeier K.P, Kivimaki M. American Journal of Medicine. 2018 Jul 26. pii: S0002-9343(18)30643-0. doi: 10.1016/j.amjmed.2018.07.001. [Epub ahead of print] L’alimentazione è ormai riconosciuta come uno dei principali fattori implicati nello sviluppo di molte malattie, tra cui patologie cardiovascolari e cancro. Inoltre, diversi studi suggeriscono che uno stile alimentare sano, ossia ricco di sostanze anti-ossidanti e anti-infiammatorie e povero di grassi saturi e zuccheri, possa ritardare il declino cognitivo nell’anziano. […]

20 Settembre 2018|News Familiari|0 Comments

Attività quotidiane e demenza

A cura di Sara Gipponi   Association of Daily Intellectual Activities With Lower Risk of Incident Dementia Among Older Chinese Adults. Allen T. C. Lee; Marcus Richards; Wai C. Chan; Helen F. K. Chiu; Ruby S. Y. Lee; Linda C.W. Lam. JAMA Psychiatry. 2018 Jul 1; 75(7): 697-703. doi: 10.1001/jamapsychiatry.2018.0657. Published online May 30, 2018.   É noto che lo stile di vita influenza le performance cognitive nell’età anziana e alcune recenti ricerche suggeriscono che dedicarsi continuativamente ad attività intellettuali (es. lettura, i giochi di carte e da tavolo) può ritardare o prevenire la comparsa di demenza, anche se praticate solo nell’ultima parte della vita. Non è chiaro, però, se tali attività siano di per sé protettive per la demenza o se siano coinvolti altri fattori. […]

6 Settembre 2018|News Familiari|0 Comments

Creatività e riserva cognitiva

A cura di Michela Rampini The Relationship Between Cognitive Reserve and Creativity. A study on American Aging Population Colombo B, Antonietti A, Daneau B. Frontiers in Psychology. 2018 May 9:764. L’ipotesi della riserva cognitiva sostiene che il cervello cerca attivamente di far fronte ai danni neuronali usando reti alternative di processamento dell’informazione pre-esistenti o adottando approcci compensatori. Questo processo è rilevante non solo quando esordiscono i primi sintomi di demenza o di altre malattie neurologiche legate all’invecchiamento, ma anche nel normale processo di invecchiamento cerebrale. […]

19 Luglio 2018|News Familiari|0 Comments

L’ARTE di convivere con la Demenza

A cura di Ilaria Passeggia Entangled in uncertainty: The experience of living with dementia from the perspective of family caregivers. Wijngaarden E, van der Wedden H, Henning Z, Komen R, The AM. PLoS One. 2018 Jun 13; 13(6):e0198034. doi: 10.1371/journal.pone.0198034. Generalmente, coloro che si prendono cura dei propri familiari con demenza (caregiver) hanno la sensazione di sentirsi impigliati nell’incertezza e nell’isolamento. Si percepiscono intrappolati in un futuro senza speranze e nella graduale perdita di reciprocità con il proprio caro. Tutto ciò è emerso anche da un recente studio olandese che ha analizzato 47 interviste di caregiver di persone con demenza. […]

12 Luglio 2018|News Familiari|0 Comments

L’ARTE di convivere con la Demenza

A cura di Ilaria Passeggia Entangled in uncertainty: The experience of living with dementia from the perspective of family caregivers. van Wijngaarden E, van der Wedden H, Henning Z, Komen R, The AM. PLoS One. 2018 Jun 13;13(6):e0198034. doi: 10.1371/journal.pone.0198034. eCollection 2018. Generalmente, coloro che si prendono cura dei propri familiari con demenza (caregiver) hanno la sensazione di sentirsi impigliati nell’incertezza e nell’isolamento. Si percepiscono intrappolati in un futuro senza speranze e nella graduale perdita di reciprocità con il proprio caro. Tutto ciò è emerso anche da un recente studio olandese che ha analizzato 47 interviste di caregiver di persone con demenza. […]

5 Luglio 2018|News Familiari|0 Comments

Le caratteristiche del caregiver e i sintomi neuropsichiatrici nella malattia di Alzheimer

A cura di Evita Tomasoni Path analysis of caregiver characteristics and neuropsychiatric symptoms in Alzheimer’s disease patients. Delfino LL, Komatsu RS, Komatsu C, Neri AL, Cachioni M. Geriatr Gerontol Int. 2018 May 22. [Epub ahead of print] I sintomi neuropsichiatrici sono un insieme di disturbi che si possono presentare nel corso della malattia di Alzheimer. Si tratta di disturbi della percezione, del pensiero, dell’umore, della personalità, del comportamento e delle funzioni di base e sono noti per essere causa di un maggior carico per chi si prende cura del malato (caregiver) e di una più precoce istituzionalizzazione. […]

21 Giugno 2018|News Familiari|0 Comments

Prevenire la demenza: cosa funziona e cosa no?

A cura di Sara Gipponi Prevention of late-life dementia: what works and what does not. Tipton PW, Graff-Radford NR. Pol Arch Intern Med. 2018 May 16. doi: 10.20452/pamw.4263. PMID: 29768391 DOI: 10.20452/pamw.4263 Con i progressi nel trattamento e nella prevenzione delle malattie si è assistito globalmente all’invecchiamento della popolazione e ad una crescente prevalenza di patologie correlate all’età, come la demenza. Per questa condizione attualmente non esistono cure, pertanto vi è un’enfasi sempre maggiore sulle strategie da attuare per prevenirla. In questa revisione della letteratura sono stati esaminati i fattori che potrebbero favorire lo sviluppo di una malattia (fattori di rischio) e quelli che potrebbero contrastarla (fattori protettivi) al fine di chiarire quali potrebbero giocare un ruolo importante nella prevenzione di questa patologia e di fornire alcune raccomandazioni. […]

8 Giugno 2018|News Familiari|0 Comments

Malattia di Alzheimer: la realtà vista con gli occhi del paziente

A cura di Evita Tomasoni Sarà visitabile fino al 10 giugno, dal venerdì alla domenica (dalle 10 alle 18), presso la Residenza Vittoria di Korian Italia in via Calatafimi a Brescia, la mostra “Alzheimer in lab – Un viaggio dentro la malattia invisibile”. Si tratta del primo laboratorio in Italia ideato per far conoscere la malattia di Alzheimer da una prospettiva insolita. […]

24 Maggio 2018|News Familiari|0 Comments