NEST4AD: uno studio di stimolazione magnetica non-invasiva per preservare la memoria

È attualmente attivo presso il nostro Centro lo studio NEST4AD, uno studio di stimolazione non-invasiva dei circuiti cerebrali coinvolti nella malattia di Alzheimer. L’obiettivo è quello di testare se la stimolazione magnetica transcranica ripetuta (rTMS) possa modulare la comunicazione tra le aree di una specifica rete neuronale, denominata “default mode network (DMN), la quale gioca un ruolo chiave per la memoria autobiografica ed episodica. […]

12 Maggio 2022|IN EVIDENZA|0 Comments

Diagnosi precoce della demenza di Alzheimer: lo studio TMS-EEG

A cura di Marta Bortoletto Presso il nostro Istituto è in corso uno studio finanziato dal Ministero della Salute (GR-2016-02364132) e in collaborazione con il San Raffaele di Milano sulla diagnosi precoce e sulla progressione della malattia di Alzheimer (AD). L’obiettivo dello studio è trovare nuovi marcatori precoci per la diagnosi di malattia di Alzheimer (AD), analizzando la connettività cerebrale attraverso la tecnica di coregistrazione della stimolazione magnetica transcranica con l’elettroencefalografia (TMS-EEG). Questa tecnica non invasiva è ampiamente utilizzata per […]

27 Aprile 2022|IN EVIDENZA|0 Comments

Effetto clinico e biologico di fitochimici derivati dal limone nel declino cognitivo soggettivo

Perché questo studio? Diversi fitochimici, cioè sostanze chimiche presenti naturalmente nelle piante, hanno dimostrato negli anni la capacità o il potenziale per migliorare il decadimento cognitivo. In particolare, auraptene, un fitochimico appartenente alla famiglia dei cumarinici, e naringenina, della famiglia dei flavonoidi, hanno dimostrato, in studi preclinici, un effetto neuroprotettivo, antinfiammatorio e antiossidante e di miglioramento di memoria e apprendimento. Trattandosi di sostanze di origine naturale, risultano particolarmente adatte ad essere studiate per il loro possibile effetto di potenziamento cognitivo nell’anziano sano, che non presenta un decadimento cognitivo, ma si lamenta di un peggioramento delle proprie funzioni di memoria (declino cognitivo soggettivo).   Qual è l’obiettivo? Lo scopo dello studio è valutare gli effetti cognitivi e biologici di un fitocomplesso estratto della buccia di limone, contenente due principi attivi, auraptene e naringenina, somministrati per 9 mesi a persone anziane con declino cognitivo soggettivo. […]

14 Aprile 2022|IN EVIDENZA|2 Comments

Brain Awareness Week: la proposta dell’IRCCS Centro San Giovanni di Dio – Fatebenefratelli

A cura di Michela Rampini Anche quest’anno, l’IRCCS Fatebenefratelli di Brescia ha aderito alla Settimana del Cervello (Brain Awareness Week, dal 14 al 20 marzo), un’iniziativa a livello mondiale che coinvolge enti di ricerca ed università con il fine di promuovere la conoscenza nell’ambito della ricerca sul cervello e le sue patologie. Lo ha fatto offrendo un’innovativa proposta di contenuti multimediali prodotti dalle ricercatrici e dai ricercatori delle diverse Unità operative presenti nell’istituto. […]

31 Marzo 2022|IN EVIDENZA|0 Comments

Un incontro online per capire meglio il complesso e variegato mondo degli studi clinici per la malattia di Alzheimer

A cura di Michela Rampini Placebo, doppio cieco, raccolta del consenso informato… sono questi alcuni dei temi che verranno toccati durante l’incontro online “Partecipare ad un progetto di ricerca sull’Alzheimer: dai fattori di rischio alla terapia” che si terrà lunedì 21 marzo dalle ore 17:30 alle 19:00. Il webinar sarà tenuto dalla dott.ssa Samantha Galluzzi, medico geriatra e ricercatrice presso la nostra Unità con grande esperienza nell’ambito degli studi clinici farmacologici e non farmacologici. […]

17 Marzo 2022|IN EVIDENZA|0 Comments

Seminario gratuito: nuove prospettive sulla stimolazione dei circuiti cerebrali nei disturbi neuro-cognitivi

A cura di Cristina Festari Venerdì 4 marzo 2022 il nostro laboratorio ospiterà un evento formativo di interesse e attualità per i professionisti sanitari che si vogliono approcciare alle tecniche di stimolazione non invasiva per il trattamento dei disturbi neuro-cognitivi. I disturbi neuro-cognitivi come la malattia di Alzheimer, la demenza frontotemporale e lo stroke sono caratterizzati da deficit nelle funzioni cognitive. […]

3 Marzo 2022|IN EVIDENZA|2 Comments

Un trattamento con stimolazione magnetica innovativo e personalizzato per la demenza di Alzheimer

A cura di Marco Esposito Presso il nostro Istituto è in corso uno studio finanziato dal Ministero della Salute (GR-2016-02364718) in collaborazione con la Fondazione Santa Lucia di Roma su un nuovo approccio di stimolazione cerebrale non invasiva nella malattia di Alzheimer. Questa ricerca ha lo scopo di valutare l’efficacia di due protocolli di trattamento che usano la stimolazione magnetica transcranica ripetitiva (rTMS) in pazienti con demenza di Alzheimer. La demenza di Alzheimer è caratterizzata da severe alterazioni fisiologiche che riducono la comunicazione fra le aree cerebrali. I trattamenti con stimolazione magnetica transcranica ripetitiva stimolano direttamente la corteccia cerebrale, cercando di ripristinare il funzionamento dell’area stimolata e la sua comunicazione con le altre aree. […]

10 Febbraio 2022|IN EVIDENZA|0 Comments

NEST4AD: uno studio di stimolazione magnetica non-invasiva per preservare la memoria

È attualmente attivo presso il nostro Centro lo studio NEST4AD, uno studio di stimolazione non-invasiva dei circuiti cerebrali coinvolti nella malattia di Alzheimer. L’obiettivo è quello di testare se la stimolazione magnetica transcranica ripetuta (rTMS) possa modulare la comunicazione tra le aree di una specifica rete neuronale, denominata “default mode network (DMN)”, la quale gioca un ruolo chiave per la memoria autobiografica ed episodica.  […]

27 Gennaio 2022|IN EVIDENZA|0 Comments

Diagnosi precoce della demenza di Alzheimer: lo studio TMS-EEG

A cura di Marta Bortoletto Presso il nostro Istituto è in corso uno studio finanziato dal Ministero della Salute (GR-2016-02364132) e in collaborazione con il San Raffaele di Milano sulla diagnosi precoce e sulla progressione della malattia di Alzheimer (AD). L’obiettivo dello studio è trovare nuovi marcatori precoci per la diagnosi di malattia di Alzheimer (AD), analizzando la connettività cerebrale attraverso la tecnica di coregistrazione della stimolazione magnetica transcranica con l’elettroencefalografia (TMS-EEG). […]

13 Gennaio 2022|IN EVIDENZA|2 Comments

EMA esprime parere negativo per la commercializzazione di Aducanumab in Europa

A cura di Cristina Festari e Michela Rampini Il 17 dicembre, l’Agenzia del farmaco Europea (European Medicines Agency, EMA) ha negato l’autorizzazione alla commercializzazione di Aduhelm (Aducanumab) il primo trattamento che, diversamente dai farmaci sintomatici attualmente in commercio, agisce direttamente sulle cause della malattia di Alzheimer riducendo l’amiloidosi cerebrale. Il parere si basa sull’analisi dei risultati […]

22 Dicembre 2021|IN EVIDENZA|2 Comments