About Newsletter

This author has not yet filled in any details.
So far Newsletter has created 519 blog entries.

Specifiche aree vulnerabili ai depositi cerebrali di proteina amiloide per predire la progressione della malattia di Alzheimer

A cura di Giulia Quattrini Pfeil J, Hoenig MC, Doering E, van Eimeren T, Drzezga A, Bischof GN; Alzheimer’s Disease Neuroimaging Initiative. Unique regional patterns of amyloid burden predict progression to prodromal and clinical stages of Alzheimer’s disease. Neurobiol Aging. 2021 Oct;106:119-129. doi: 10.1016/j.neurobiolaging.2021.06.014. I depositi cerebrali di proteina amiloide (placche) rappresentano il primo marcatore della malattia di Alzheimer (AD). Le placche si propagano seguendo un percorso definito, che può essere ricostruito tramite la tomografia ad emissione di positroni (PET) per l’amiloide. L’associazione tra la sequenza della propagazione delle placche e la progressione clinica dell’AD resta tuttavia ancora poco chiara. […]

23 Settembre 2021|News Medici|0 Comments

Rapporto mondiale Alzheimer 2021: un (complicato) viaggio verso la diagnosi di demenza

A cura di Michela Rampini In occasione della 28° Giornata Mondiale della Malattia di Alzheimer, la Federazione Alzheimer Italia ha presentato il nuovo Rapporto Mondiale Alzheimer 2021 dal titolo “Viaggio attraverso la diagnosi di demenza”. Nel Rapporto si affronta il tema della difficoltà di accesso alla diagnosi per le persone con demenza: circa il 75% dei 55 milioni di casi nel mondo infatti, non ha una diagnosi ufficiale. Si tratta di una cifra sconcertante, resa ancora più sorprendente perché aumenta di giorno in giorno, con previsioni che raggiungono i 78 milioni entro il 2030. […]

23 Settembre 2021|IN EVIDENZA|0 Comments

Settembre: un mese di eventi per ricordare

A cura di Michela Rampini e Cristina Festari “Non ti scordare di volermi bene” è questo il titolo della canzone che Lorenzo Baglioni e Paolo Ruffini hanno deciso di donare alla Federazione Alzheimer Italia per supportare la sponsorizzazione dell’iniziativa Dementia Friendly Italia (https://www.nontiscordare.org/) il cui obiettivo è quello di creare in Italia un gruppo di cittadini consapevoli e informati sulla demenza, in modo da abbattere lo stigma che circonda la malattia e realizzare una società più inclusiva per tutti coloro che se ne sono colpiti e per i loro familiari. […]

9 Settembre 2021|IN EVIDENZA|0 Comments

Nove lezioni imparate dalla Pandemia Covid-19 per migliorare l’assistenza sanitaria

A cura di Ilaria Passeggia Wei EK, Long T, Katz MH. Nine Lessons Learned From the COVID-19 Pandemic for Improving Hospital Care and Health Care Delivery. JAMA Intern Med. 2021 Jul 23. doi: 10.1001/jamainternmed.2021.4237. Un recente editoriale pubblicato su Jama International Medicine invita a focalizzare l’attenzione su quanto si possa apprendere dalla pandemia COVID-19 in termini di miglioramento delle cure ospedaliere e di assistenza sanitaria. Gli autori hanno stilato un elenco di nove lezioni imparate in questo periodo, tra cui la necessità di farsi trovare pronti per una possibile inaspettata richiesta di aumento di servizi, il mantenimento costante dell’osservazione del paziente, l’attenzione alla qualità dell’aria nelle strutture sanitarie, l’utilizzo di mascherine e dispositivi di protezione, per citarne alcune. […]

9 Settembre 2021|News Medici|0 Comments

Quando sarà possibile prevenire la malattia di Alzheimer?

A cura di Monica Almici McDade E, Llibre-Guerra JJ, Holtzman DM, Morris JC, Bateman RJ. The informed road map to prevention of Alzheimer Disease: A call to arms. Mol Neurodegener. 2021 Jul 21;16(1):49. Il dibattito sull’efficacia degli interventi preventivi nelle demenze è quanto mai acceso, e vie più o meno ortodosse sono state battute al fine di trovare il gold standard della prevenzione. […]

5 Agosto 2021|News Medici|0 Comments

Rimedi contro la nostalgia da Newsletter!

A cura di Michela Rampini e Cristina Festari Carissimi lettori, la Newsletter di Centro Alzheimer da oggi fino a fine mese sarà in vacanza! Torneremo puntuali nella vostra casella di posta elettronica a partire da giovedì 9 Settembre. Per accompagnarvi anche durante questa pausa, di seguito trovate un elenco di letture che abbiamo selezionato per voi: […]

5 Agosto 2021|IN EVIDENZA|0 Comments

L’orologio cognitivo: un nuovo indicatore per la salute del cervello

A cura di Valentina Saletti Boyle PA, Wang T, Yu L, Wilson RS, Dawe R, Arfanakis K, Schneider JA, Beck T, Rajan KB, Evans D, Bennett DA. The “cognitive clock”: A novel indicator of brain health. Alzheimers Dement. 2021 Jun 1. doi: 10.1002/alz.12351. Epub ahead of print. PMID: 34060702. Secondo i ricercatori della Rush University un nuovo strumento di misura per identificare le persone a rischio di problemi di memoria è il cosiddetto orologio cognitivo. Quest’ultimo fornisce un valore rispetto alla salute del cervello, indicando quanto bene funziona rispetto all’età cronologica della persona. Sebbene l’età anagrafica sia considerata uno dei fattori di rischio della malattia di Alzheimer, i ricercatori sostengono che essa sia un predittore imperfetto poiché non tutti invecchiando sviluppano demenza. […]

22 Luglio 2021|News Familiari|0 Comments

Effetto clinico e biologico di fitochimici derivati dal limone nel declino cognitivo soggettivo.

Perché questo studio?   Diversi fitochimici, cioè sostanze chimiche presenti naturalmente nelle piante, hanno dimostrato negli anni la capacità o il potenziale per migliorare il decadimento cognitivo. In particolare, auraptene, un fitochimico appartenente alla famiglia dei cumarinici, e naringenina, della famiglia dei flavonoidi, hanno dimostrato, in studi preclinici, un effetto neuroprotettivo, antinfiammatorio e antiossidante e di miglioramento di memoria e apprendimento. Trattandosi di sostanze di origine naturale, risultano particolarmente adatte ad essere studiate per il loro possibile effetto di potenziamento cognitivo nell’anziano sano, che non presenta un decadimento cognitivo, ma si lamenta di un peggioramento delle proprie funzioni di memoria (declino cognitivo soggettivo).   Qual è l’obiettivo?   Lo scopo dello studio è valutare gli effetti cognitivi e biologici di un fitocomplesso estratto della buccia di limone, contenente due principi attivi, auraptene e naringenina, somministrati per 9 mesi a persone anziane con declino cognitivo soggettivo. […]

22 Luglio 2021|IN EVIDENZA|5 Comments

La tau-PET come marcatore prognostico nelle fasi prodromica e preclinica di malattia di Alzheimer

A cura di Anna Mega Ossenkoppele R, Smith R, Mattsson-Carlgren N, Groot C, Leuzy A, Strandberg O, Palmqvist S, Olsson T, Jögi J, Stormrud E, Cho H, Ryu YH, Choi JY, Boxer AL, Gorno-Tempini ML, Miller BL, Soleimani-Meigooni D, Iaccarino L, La Joie R, Baker S, Borroni E, Klein G, Pontecorvo MJ, Devous MD Sr, Jagust WJ, Lyoo CH, Rabinovici GD, Hansson O. Accuracy of Tau Positron Emission Tomography as a Prognostic Marker in Preclinical and Prodromal Alzheimer Disease: A Head-to-Head Comparison Against Amyloid Positron Emission Tomography and Magnetic Resonance Imaging. JAMA Neurol. 2021 Jun 28. doi: 10.1001/jamaneurol.2021.1858. Epub ahead of print. Nonostante l’identificazione, nell’ultima decade, di molteplici marcatori di neurodegenerazione e di patologia associati alla malattia di Alzheimer (AD), riuscire a predire il grado di declino cognitivo nel tempo in persone con AD rimane una sfida. […]

8 Luglio 2021|News Medici|0 Comments

NEST4AD: uno studio di stimolazione magnetica non-invasiva per preservare la memoria

A cura di Anna Mega È attualmente attivo presso il nostro Centro lo studio NEST4AD, uno studio di stimolazione non-invasiva dei circuiti cerebrali coinvolti nella malattia di Alzheimer. L’obiettivo è quello di testare se la stimolazione magnetica transcranica ripetuta (rTMS) possa modulare la comunicazione tra le aree di una specifica rete neuronale, denominata “default mode network (DMN), la quale gioca un ruolo chiave per la memoria autobiografica ed episodica.  […]

8 Luglio 2021|IN EVIDENZA|0 Comments