About Newsletter

This author has not yet filled in any details.
So far Newsletter has created 462 blog entries.

Think Brain Health: un’iniziativa internazionale per promuovere la salute del nostro cervello

A cura di Anna Mega   Le malattie neurodegenerative sono in continua crescita e ciò ha un impatto notevole sia sul singolo che sulla società. Per ridurre il rischio di sviluppare tali malattie è quindi sempre più evidente quanto sia necessaria un’azione precoce e congiunta che coinvolga il singolo cittadino, i responsabili politici, i ricercatori, gli enti finanziatori e gli operatori sanitari. Proprio a tal fine è nata l’iniziativa internazionale Think Brain Health che si è sviluppata a partire da un rapporto di consenso internazionale basato sull’evidenza “Il tempo conta: un appello a dare priorità alla salute del cervello” (https://www.oxfordhealthpolicyforum.org/reports/brain-diseases/brain-diseases-report). […]

5 Agosto 2020|ULTIM'ORA|0 Comments

Nuove sperimentazioni attive e sospensione estiva della newsletter

Cari lettori, come di consueto, ad Agosto la nostra Newsletter andrà in vacanza.Torneremo con nuove notizie ed aggiornamenti a partire da giovedì 10 Settembre. Cogliamo l’occasione per informarvi che presso l’Unità di Neuroimmagine ed Epidemiologia Alzheimer sono attive nuove sperimentazioni rivolte a persone affette da Malattia di Alzheimer in fase lieve o intermedia. Se siete interessati a partecipare o far partecipare un Vostro caro o per avere informazioni sulle nostre attività di ricerca, contattate […]

5 Agosto 2020|IN EVIDENZA|0 Comments

Albumina del siero e depositi cerebrali di proteina beta-amiloide

A cura di Giulia Quattrini   Neurology. 2020 Jul 20;10.1212/WNL.0000000000010005.  doi: 10.1212/WNL.0000000000010005. Online ahead of print Kim JW, Byun MS, Lee JH, Yi D, Jeon SY, Sohn BK, et al. Serum albumin and beta-amyloid deposition in the human brain   L’albumina del siero, abbondantemente presente nel sangue, è particolarmente rilevante per la malattia di Alzheimer (AD) in quanto lega la quasi totalità della proteina beta-amiloide (Aβ) nel plasma. Studi preclinici, inoltre, suggeriscono che l’albumina sia in grado di interferire con la formazione delle placche amiloidi. […]

5 Agosto 2020|News Medici|0 Comments

Sintomi neuropsichiatrici e malattia di Alzheimer

A cura di Evita Tomasoni Lo TWB, Karameh WK, Barfett JJ, Fornazzari LR, Munoz DG, Schweizer TA, Fischer CE; Alzheimer’s Disease Neuroimaging Initiative. Association Between Neuropsychiatric Symptom Trajectory and Conversion to Alzheimer Disease. Alzheimer Dis Assoc Disord. 2020 Apr-Jun;34(2):141-147. PMID: 31633557. Recentemente è stato riconosciuto l’importante ruolo che giocano i sintomi neuropsichiatrici (NPS) nella malattia di Alzheimer (AD). La letteratura scientifica mostra che i NPS sono molto diffusi sia nei pazienti affetti da AD che nei pazienti con lieve declino cognitivo (MCI), sebbene si sappia ancora relativamente poco su come evolvono questi sintomi nei pazienti con declino cognitivo lieve che progrediscono a malattia di Alzheimer.  […]

24 Luglio 2020|News Familiari|0 Comments

Analisi dei liquidi biologici e diagnosi differenziale nelle demenze

A cura di Monica Almici Chaudhry A, Houlden H, Rizig M. Novel fluid biomarkers to differentiate frontotemporal dementia and dementia with Lewy bodies from Alzheimer’s disease: A systematic review. J Neurol Sci. 2020 Aug 15;415:116886. PMID: 32428759. Sotto l’ombrello della demenza stanno molti ospiti. Osservando i tre principali, ossia la demenza di Alzheimer (AD), quella fronto-temporale (FTD) e quella a corpi di Lewy (LBD), si nota una certa sovrapposizione fenomenologica, che spesso rende difficile identificarli e differenziarli tra loro.  […]

24 Luglio 2020|News Medici|0 Comments

Rischio di malattia di Alzheimer nelle donne: il ruolo della menopausa

A cura di Cristina Festari Una recente pubblicazione apparsa sulla prestigiosa rivista Neurology ha voluto indagare l’associazione tra i fattori di rischio per la malattia di Alzheimer (AD) e le differenze di genere.  […]

24 Luglio 2020|ULTIM'ORA|0 Comments

DIAN-ITALIA: un contact-point nazionale per le forme ereditarie di malattia di Alzheimer

È attualmente in corso il progetto DIAN ITALIA. DIAN ITALIA è un contact-point nazionale dedicato alla malattia di Alzheimer ereditaria autosomica dominante (DIAD) e il suo obiettivo è quello di sensibilizzare la popolazione italiana su queste rare forme di malattia per facilitare l’accesso delle famiglie con DIAD a studi farmacologici loro dedicati. La DIAD rappresenta l’1% di tutte le forme di Alzheimer ed è causata da una mutazione genetica autosomica dominante presente sin dalla nascita. L’esordio dei sintomi è generalmente precoce (30-60 anni) e ciascun figlio della persona portatrice di una mutazione genetica ha un rischio pari al 50% di ereditarla, indipendentemente dal sesso del genitore e del figlio.  […]

24 Luglio 2020|IN EVIDENZA|0 Comments

La tecnologia può aiutarci a comprendere il dolore in persone affette da demenza?

A cura di Valentina Saletti Zahid M, Gallant NL, Hadjistavropoulos T, Stroulia E. Behavioral Pain Assessment Implementation in Long-Term Care Using a Tablet App: Case Series and Quasi-Experimental Design. JMIR Mhealth Uhealth. 2020 Apr 22;8(4):e17108. PMID: 32319955. Un recente studio condotto da alcuni ricercatori dell’Università di Alberta, Canada, ha indagato l’efficacia di un’applicazione sviluppata per aiutare l’équipe sanitaria a valutare e gestire il dolore nei pazienti affetti da demenza e altre malattie neurodegenerative seguiti nelle strutture di assistenza a lungo termine. […]

10 Luglio 2020|News Familiari|0 Comments

Livelli di ferro cerebrale e declino cognitivo nella malattia di Alzheimer

A cura di Giulia Quattrini Damulina A, Pirpamer L, Soellradl M, Sackl M, Tinauer C, Hofer E, Enzinger C, Gesierich B, Duering M, Ropele S, Schmidt R, Langkammer C. Cross-sectional and Longitudinal Assessment of Brain Iron Level in Alzheimer Disease Using 3-T MRI. Radiology. 2020 Jun 30:192541. Epub ahead of print. PMID: 32602825. Il ferro rappresenta un elemento fondamentale per il corretto funzionamento neuronale; tuttavia, in alcune malattie neurodegenerative tende ad accumularsi in maniera patologica. In particolare, nella malattia di Alzheimer (AD), i depositi ferrosi a livello cerebrale sono stati associati alla formazione di placche amiloidi e alla presenza dei grovigli neurofibrillari. […]

10 Luglio 2020|News Medici|0 Comments

Qualità di vita e sintomi neuropsichiatrici: l’impatto della quarantena sui pazienti con Alzheimer

A cura di Anna Mega L’epidemia di COVID-19 è stata dichiarata un’emergenza sanitaria diffusa a livello mondiale e certamente le persone con demenza rappresentano una popolazione a rischio per le loro condizioni cliniche e per età. Uno studio pubblicato su European Journal of Neurology ha esaminato l’impatto di cinque settimane di quarantena sulla qualità di vita e sui sintomi neuropsichiatrici di 20 pazienti con malattia di Alzheimer (AD) e 20 con deterioramento cognitivo lieve (MCI) di età superiore a 60 anni. […]

10 Luglio 2020|ULTIM'ORA|0 Comments