Abilità cognitive nell’adolescenza e rischio di demenza in età avanzata. Esiste un legame?

A cura di Roberta Baruzzi Studi precedenti hanno osservato che maggiori capacità cognitive in età giovanile comportino un rischio più basso di sviluppare demenza in età avanzata. Generalmente tali ricerche hanno utilizzato misure di intelligenza globale o si sono limitate a campioni di uno stesso sesso. Ciò che invece hanno indagato per la prima volta i ricercatori di uno studio pubblicato di recente sulla rivista JAMA è se minori capacità nei compiti cognitivi in adolescenti maschi e in adolescenti femmine, riflettano poi un rischio maggiore di sviluppare demenza nella senescenza. […]

25 Ottobre 2018|ULTIM'ORA|0 Comments

Chat Youself: l’app che favorisce l’autonomia ai pazienti affetti da Alzheimer in fase prodromica

A cura di Cristina Festari La fase prodromica della malattia di Alzheimer è caratterizzata da ingravescenti difficoltà di memoria a breve termine e disorientamento spazio-temporale, sintomi che interferiscono fortemente sull’autonomia del paziente sia tra le mura domestiche che fuori da esse. […]

18 Ottobre 2018|ULTIM'ORA|0 Comments

Generation Study 2: la prevenzione della malattia di Alzheimer sulla stampa nazionale

A cura di Valentina Saletti “Quelli che scommettono su Cnp520” e “Alzheimer: in che modo la medicina punta alla prevenzione della comparsa dei sintomi”, sono i titoli degli articoli pubblicati rispettivamente su La Repubblica Salute e La Stampa. Entrambi parlano di Generation Study 2, lo studio farmacologico di prevenzione della malattia di Alzheimer in corso presso il Fatebenefratelli di Brescia. […]

12 Ottobre 2018|ULTIM'ORA|0 Comments

Un intervento breve e a basso costo per ridurre lo stress nei caregiver di persone con demenza

 A cura di Anna Mega I caregiver, ovvero coloro che si prendono cura di una persona malata, sono esposti ad un enorme carico di stress fisico ed emotivo che, oltre ad intaccare la propria salute, ha un impatto negativo anche sul benessere del malato. Gli autori di uno studio pubblicato su Alzheimer’s and Dementia, hanno così implementato un intervento di due giorni mirato a migliorare, attraverso tecniche psicoterapeutiche e di improvvisazione teatrale, le abilità pratiche dei caregiver nella cura di sé e del proprio caro così da ridurne la percezione di stress, la sintomatologia ansiosa e depressiva e il carico dell’attività di cura. […]

4 Ottobre 2018|ULTIM'ORA|0 Comments

Utilizzo degli ultrasuoni nella malattia di Alzheimer

A cura di Roberta Baruzzi L’utilizzo della tecnica degli ultrasuoni (UT) nella malattia di Alzheimer (AD), patologia caratterizzata dalla presenza di aggregati extracellulari di proteina beta-amiloide (Aβ), è stata proposta di recente come un possibile approccio per la cura dell’AD. […]

28 Settembre 2018|ULTIM'ORA|0 Comments

Ca’ Nostra: il film-documentario di un’esperienza di co-abitazione tra malati di Alzheimer

A cura di Cristina Festari La co-abitazione tra persone affette da patologie neurodegenerative come modello di presa in carico assistenziale è una realtà in espansione (si pensi, ad esempio, al villaggio olandese “De Hogewey”, e al “Paese Ritrovato” a Monza). Infatti, è stato dimostrato, che co-abitare in ambienti sviluppati ad-hoc in modo da arginare l’impatto dei sintomi cognitivi sulla quotidianità, permette di massimizzare le abilità residue, riducendo il senso di frustrazione e l’aggressività ad esso conseguente. […]

20 Settembre 2018|ULTIM'ORA|0 Comments

Alzheimer e ricerca: il parere del Prof. Giovanni Battista Frisoni

A cura di Valentina Saletti In una recente intervista pubblicata su Neuro Central, il Prof. Giovanni Battista Frisoni ci riassume i concetti fondamentali della presentazione che ha tenuto in occasione della passata Alzheimer International Conference (AAIC) tenutasi a Chicago a luglio. […]

17 Settembre 2018|ULTIM'ORA|0 Comments

Relazione tra stress e biomarcatori associati alla malattia di Alzheimer

A cura di Anna Mega Sono molteplici le evidenze che hanno mostrato come lo stress psicosociale sia associato ad un maggior rischio di sviluppare demenza, specialmente AD. […]

6 Settembre 2018|ULTIM'ORA|0 Comments

Tempo di vacanze per la nostra Newsletter

A cura di Valentina Nicolosi Cari lettori, con l’arrivo di Agosto la Newsletter di Centro Alzheimer andrà in vacanza. Torneremo con nuove notizie ed aggiornamenti a partire da giovedì 6 Settembre. […]

26 Luglio 2018|ULTIM'ORA|0 Comments

Cambiamenti nella pressione sanguigna in tarda età e malattia d’Alzheimer. Esiste un’associazione?

A cura di Roberta Baruzzi Esiste un’associazione tra cambiamenti nella pressione sanguigna in tarda età, disturbi cerebrovascolari e malattia di Alzheimer (AD)? Questo è quanto hanno voluto indagare i ricercatori di un recente articolo pubblicato su Neurology in uno studio di coorte su un gruppo di 1288 anziani sani. […]

19 Luglio 2018|ULTIM'ORA|0 Comments