A cura di Anna Tarallo

Nelle scorse settimane è partita presso il nostro laboratorio una nuova sperimentazione farmacologica rivolta a persone con diagnosi di lieve decadimento cognitivo (MCI) dovuto ad Alzheimer o di Malattia di Alzheimer in fase lieve.
L’obiettivo di questo studio è quello di verificare l’efficacia e la sicurezza del farmaco ABBV-8E12, il cui specifico meccanismo d’azione inibisce l’aggregazione della proteina tau extracellurare contrastando, idealmente, la neurodegenerazione e di conseguenza la progressione della patologia.
Si tratta di uno studio randomizzato in doppio cieco verso placebo, rivolto a persone dai 55 agli 85 anni. Il trattamento, da assumere mensilmente per infusione endovenosa, durerà 96 settimane, durante le quali i soggetti che soddisfano una serie di criteri di inclusione, verranno assegnati in maniera casuale ad uno dei quattro gruppi di trattamento: ABBV-8E12 300 mg, ABBV-8E12 1000 mg, ABBV-8E12 2000 mg o placebo. La partecipazione allo studio durerà circa 2 anni per ciascun paziente.
La sperimentazione coinvolgerà un totale di 400 soggetti arruolati in circa 70 centri in tutto il mondo, tra cui l’IRCCS S. Giovanni di Dio – Fatebenefratelli di Brescia.
Il ricercatore principale, responsabile dello studio, è il Prof. Giovanni B. Frisoni.
Per ulteriori informazioni relative allo studio è possibile contattare le Dott.ssa Michela Rampini (indirizzo mail: nuovifarmaci@centroalzheimer.org tel. 0303501455)