Le tecnologie digitali in supporto alla malattia di Alzheimer: nuovo progetto RADAR-AD

Stato dello studio/arruolamento: Arruolamento in corso

È attualmente attivo presso il nostro Centro il nuovo progetto di ricerca RADAR-AD (“Remote Assessment of Disease And Relapse – Alzheimer’s Disease”). Questo studio innovativo, in collaborazione con altri 12 centri europei, ha l’obiettivo di verificare se le tecnologie digitali – in particolare quelle che si basano sull’utilizzo di applicazioni su cellulari (smartphones) e orologi digitali (smartwatch) – siano più accurate delle misurazioni standard (questionari e scale cliniche) nel rilevare il cambiamento nelle abilità funzionali delle persone con malattia di Alzheimer durante il decorso della malattia. Lo studio ipotizza che le tecnologie digitali siano inoltre in grado di rilevare eventuali alterazioni nelle attività della vita quotidiana già nelle fasi più precoci di malattia, al contrario delle misurazioni standard.

Lo studio RADAR-AD si rivolge a persone sopra i 50 anni, con deficit cognitivi lievi o moderati dovuti alla malattia di Alzheimer. Sono previste 2 visite presso il nostro Centro, a distanza di circa 8 settimane, durante le quali i partecipanti saranno sottoposti ad una serie di questionari e test cognitivi. Inoltre, verranno forniti 2 orologi digitali da indossare per un periodo di otto settimane e verrà chiesto ai partecipanti di scaricare 2 applicazioni sul proprio cellulare, con le quali dovranno essere svolti dei compiti al fine di monitorare le attività quotidiane.

Lo studio coinvolgerà un totale di 220 persone in 13 centri attivi a livello Europeo, tra cui l’IRCCS Centro San Giovanni di Dio Fatebenefratelli di Brescia.

Il ricercatore principale, responsabile dello studio, è la Dott.ssa Samantha Galluzzi.

Per ulteriori informazioni è possibile contattare la dr.ssa Valentina Saletti all’indirizzo e-mail: nuovifarmaci@centroalzheimer.org – oppure potete contattarla al nr. 030 3501744.