About Newsletter

This author has not yet filled in any details.
So far Newsletter has created 97 blog entries.

Sclerosi laterale amiotrofica: l’efficacia dell’edaravone

A cura di Federica Ribaldi Safety and efficacy of edaravone in well defined patients with amyotrophic lateral sclerosis: a randomised, double-blind, placebo-controlled trial. Writing Group; Edaravone (MCI-186) ALS 19 Study Group. Lancet Neurol. 2017 May 15. pii: S1474-4422(17)30115-1. doi: 10.1016/S1474-4422(17)30115-1. [Epub ahead of print]. La Sclerosi Laterale Amiotrofica (SLA) è una malattia neurodegenerativa progressiva che colpisce selettivamente i motoneuroni, caratterizzata da rigidità muscolare e graduale debolezza fino ad arrivare alla completa immobilità.  […]

22 giugno 2017|News Medici|0 Comments

Farmaci anticolinergici e declino cognitivo

A cura di Anna Mega Nonostante più studi abbiano messo in relazione l’utilizzo di farmaci anticolinergici (es. antidepressivi triciclici, alcuni antistaminici) con un maggior rischio di deterioramento cognitivo, non sono disponibili ad oggi dati longitudinali né forti evidenze che lo confermino. […]

22 giugno 2017|ULTIM'ORA|0 Comments

Malattia di Alzheimer in fase lieve: lo studio AMARANTH

A cura di Sara Gipponi Nei mesi scorsi è partita presso il nostro laboratorio una nuova sperimentazione farmacologica rivolta a persone con diagnosi di decadimento cognitivo lieve (MCI) dovuto ad Alzheimer o di Malattia di Alzheimer in fase lieve. […]

22 giugno 2017|IN EVIDENZA|0 Comments

Effetti della musica sull’agitazione in pazienti con demenza

A cura di Sara Gipponi Effects of Music on Agitation in Dementia: A Meta-Analysis. Pedersen SKA, Andersen PN, Lugo RG, Andreassen M, Sütterlin S. Front Psychol. 2017 May 16;8:742. doi: 10.3389/fpsyg.2017.00742. eCollection 2017. L’agitazione è un problema psicologico e comportamentale molto comune nei pazienti con demenza e comprende una varietà di condotte quali ripetitività, irrequietezza, vagabondaggio ed aggressività. […]

16 giugno 2017|News Familiari|0 Comments

La durata del sonno come marker precoce di neurodegenerazione

A cura di Lorenzo Pini Prolonged sleep duration as a marker of early neurodegeneration predicting incident dementia Andrew J. Westwood, Alexa Beiser, Nikita Jain Jayandra J. Himali, Charles DeCarli, Sanford H. Auerbach, Matthew P. Pase, Sudha Seshadri Neurology. 2017 Mar 21;88(12):1172-1179. I disturbi del sonno sono comuni nei pazienti con diagnosi di malattia di Alzheimer (AD) ed alcuni studi hanno suggerito un’associazione tra la durata auto-riferita del sonno (sia prolungata che breve) ed il rischio di sviluppare demenza. […]

16 giugno 2017|News Medici|0 Comments

Disturbi cardiovascolari e cervello, qual è la connessione?

A cura di Daniele Orlandi Ipertensione, diabete, dislipidemia e obesità sono associati con alterazioni precliniche della cognizione e della struttura cerebrale. Sebbene molti studi abbiano già evidenziato gli effetti di tali disturbi, spesso questi fattori sono stati studiati in modo isolato e non congiunto. […]

16 giugno 2017|ULTIM'ORA|0 Comments

Non ti scordar di me

A cura di Ilaria Passeggia L’arte e la malattia di Alzheimer, due mondi apparentemente lontani, si incontrano a Milano in una mostra in grado di dare luce e spazio ad una problematica sempre più diffusa. L’esposizione, dal titolo “Non ti scordar di me”, ospita 80 opere realizzate nel centro diurno “I Delfini” (gestito da Paloma 2000 per persone con malattia di Alzheimer) e durante gli incontri organizzati da Knit Cafè Sferruzz@mente. […]

16 giugno 2017|IN EVIDENZA|0 Comments

Bloccare la neurodegenerazione: nuovi utilizzi per vecchi farmaci

A cura di Elena Rolandi Repurposed drugs targeting eIF2α-P-mediated translational repression prevent neurodegeneration in mice. Halliday M, Radford H, Zents KAM, Molloy C, Moreno JA, Verity NC, Smith E, Ortori CA, Barrett DA, Bushell M, Mallucci GR Brain. 2017 Jun 1;140(6):1768-1783. doi: 10.1093/brain/awx074. Scoprire nuovi utilizzi per vecchi farmaci, in inglese drug repurposing, permette di ridurre drasticamente il costo e i tempi per l’avvio di nuove promettenti sperimentazioni farmacologiche. […]

8 giugno 2017|News Medici|0 Comments

L’altro come cura: il ruolo della famiglia nella demenza

A cura di Valentina Nicolosi La qualità della vita familiare incide sul rischio di sviluppare demenza. Lo sostiene uno studio inglese durato 10 anni. I ricercatori hanno osservato l’incidenza di demenza tra persone cognitivamente sane all’inizio dello studio, valutando la qualità delle relazioni familiari di oltre 10.000 persone over 50. […]

8 giugno 2017|ULTIM'ORA|0 Comments

Trattamento non invasivo delle demenze

A cura di Daniele Altomare Presso l’IRCCS Fatebenefratelli è in corso uno studio pilota volto a testare i benefici clinici e cognitivi della stimolazione di specifiche aree del cervello in due diverse forme di demenza: la demenza di Alzheimer e la variante comportamentale della demenza frontotemporale. […]

8 giugno 2017|IN EVIDENZA|0 Comments