About Newsletter

This author has not yet filled in any details.
So far Newsletter has created 135 blog entries.

Tauopatia indipendente da amiloidosi cerebrale associata a declino cognitivo soggettivo

A cura di Elena Rolandi Region-Specific Association of Subjective Cognitive Decline With Tauopathy Independent of Global β-Amyloid Burden. Buckley RF, Hanseeuw B, Schultz AP, Vannini P, Aghjayan SL, Properzi MJ, Jackson JD, Mormino EC, Rentz DM, Sperling RA, Johnson KA, Amariglio RE. JAMA Neurol. 2017 Oct 2. doi: 10.1001/jamaneurol.2017.2216. [Epub ahead of print] Nelle persone anziane, la percezione di un peggioramento delle proprie capacità cognitive in assenza di disturbi obiettivi, o declino cognitivo soggettivo (SCD), è associata ad un maggior rischio di successivo sviluppo di deficit cognitivi effettivi e ad alterazioni cerebrali indicative di malattia di Alzheimer. […]

12 ottobre 2017|News Medici|0 Comments

Alzheimer e tratti di personalità

A cura di Valentina Nicolosi Alcuni cambiamenti nei tratti di personalità potrebbero essere associati ad un maggior rischio di sviluppare decadimento cognitivo lieve (MCI) e malattia di Alzheimer (AD). […]

12 ottobre 2017|ULTIM'ORA|0 Comments

Malattia di Alzheimer e microbiota: lo studio A.M.I.

A cura di Federica Ribaldi Lo studio A.M.I. è uno studio multi-centrico, coordinato dal nostro laboratorio e finalizzato ad esplorare il collegamento tra malattia di Alzheimer e flora batterica (microbiota) intestinale ed orale. […]

12 ottobre 2017|IN EVIDENZA|0 Comments

L’impatto della demenza sulle famiglie: alcuni consigli pratici

A cura di Ilaria Passeggia Neurocognitive Impairment: Addressing Couple and Family Challenges. Rolland, JS. Family Process. 2017 Sep 9. doi: 10.1111/famp.12316. [Epub ahead of print] Nel percorso evolutivo di una famiglia, la demenza di uno dei suoi membri costituisce un passaggio critico per l’intero sistema familiare. […]

5 ottobre 2017|News Familiari|0 Comments

MINDSET STUDY – Annunciati risultati negativi del clinical trial Axovant di fase 3 su pazienti con Malattia di Alzheimer

A cura di Anna Tarallo L’intepirdina (RVT-101) è una molecola antagonista dei recettori della serotonina 5-HT6, che agisce promuovendo il rilascio di acetilcolina, neurotrasmettitore coinvolto in attività e processi cognitivi, quali vigilanza, memoria e capacità di giudizio, sviluppata dalla Axovant Sciences, per il trattamento della Malattia di Alzheimer (AD) e della Demenza a Corpi di Levy (LBD). […]

5 ottobre 2017|News Medici|0 Comments

Attivi dentro, belli fuori: gli effetti benefici dell’attività fisica

A cura di Cristina Festari   Analizzando le immagini del cervello ottenute attraverso la tomografia ad emissione di positroni (PET), un esame strumentale che permette di vedere e quantificare il consumo di glucosio cerebrale e quindi di inferire la presenza di un’eventuale sofferenza, alcuni ricercatori dell’università del Wisconsin hanno osservato che il cervello delle persone con familiarità per la malattia di Alzheimer (AD) che praticano in modo mediamente intenso attività fisica appare più sano e attivo rispetto a quello di chi si dedica ad esercizi fisicamente meno impegnativi, quale, ad esempio, la camminata lenta. […]

5 ottobre 2017|ULTIM'ORA|0 Comments

Camminare per non dimenticare

A cura di Cristina Festari e Lorenzo Pini “Camminare per non dimenticare” è un’iniziativa che vuole unire i propositi della Giornata Mondiale dell’Alzheimer e della Giornata Internazionale del Cammino. […]

5 ottobre 2017|IN EVIDENZA|0 Comments

Basi neurali dell’anosognosia nell’AD prodromico

A cura di Federica Ribaldi Anosognosia for memory deficits in mild cognitive impairment: Insight into the neural mechanism using functional and molecular imaging Patrizia Vannini, Bernard Hanseeuw, Catherine E. Munro, Rebecca E. Amariglio, Gad A.Marshall, Dorene M.Rentz, Alvaro Pascual-Leone , Keith A. Johnson , Reisa A. Sperling Neuroimage Clin. 2017 May 25;15:408-414. doi: 10.1016/j.nicl.2017.05.020. eCollection 2017. L’anosognosia è un termine utilizzato per indicare l’incapacità di riconoscere o di riferire un deficit, sia esso sensoriale, cognitivo o motorio. Questo è un sintomo frequente nei pazienti affetti da demenza di Alzheimer (AD), che spesso non hanno consapevolezza del proprio deficit mnestico. […]

28 settembre 2017|News Medici|0 Comments

Un sonno disturbato influenza i livelli di beta-amiloide

A cura di Roberta Baruzzi Una sola notte di deprivazione del sonno comporta un aumento di proteina beta-amiloide (Aβ), una proteina legata alla malattia di Alzheimer (AD). […]

28 settembre 2017|ULTIM'ORA|0 Comments

Notte Europea dei Ricercatori 2017 – Brescia

A cura di Daniele Altomare Venerdì 29 settembre si festeggerà la XII edizione della Notte Europea dei Ricercatori. L’evento ha l’obiettivo di avvicinare i cittadini al mondo dei ricercatori, attraverso stand, presentazioni ed iniziative dove verranno coinvolti direttamente i cittadini. […]

28 settembre 2017|IN EVIDENZA|0 Comments