Alzheimer e tratti di personalità

A cura di Valentina Nicolosi Alcuni cambiamenti nei tratti di personalità potrebbero essere associati ad un maggior rischio di sviluppare decadimento cognitivo lieve (MCI) e malattia di Alzheimer (AD). […]

12 ottobre 2017|ULTIM'ORA|0 Comments

Attivi dentro, belli fuori: gli effetti benefici dell’attività fisica

A cura di Cristina Festari   Analizzando le immagini del cervello ottenute attraverso la tomografia ad emissione di positroni (PET), un esame strumentale che permette di vedere e quantificare il consumo di glucosio cerebrale e quindi di inferire la presenza di un’eventuale sofferenza, alcuni ricercatori dell’università del Wisconsin hanno osservato che il cervello delle persone con familiarità per la malattia di Alzheimer (AD) che praticano in modo mediamente intenso attività fisica appare più sano e attivo rispetto a quello di chi si dedica ad esercizi fisicamente meno impegnativi, quale, ad esempio, la camminata lenta. […]

5 ottobre 2017|ULTIM'ORA|0 Comments

Un sonno disturbato influenza i livelli di beta-amiloide

A cura di Roberta Baruzzi Una sola notte di deprivazione del sonno comporta un aumento di proteina beta-amiloide (Aβ), una proteina legata alla malattia di Alzheimer (AD). […]

28 settembre 2017|ULTIM'ORA|0 Comments

Esiste una relazione tra stress lavoro-correlato e insorgenza di deficit cognitivi?

A cura di Anna Mega Un costante ed elevato livello di stress lavoro-correlato rappresenta un noto fattore di rischio per numerose malattie fisiche e mentali. Uno studio pubblicato sulla rivista Journal of Neurology ha indagato se una condizione lavorativa stressante nella mezza età potesse avere degli effetti negativi sulla funzionalità cognitiva in età avanzata.  […]

21 settembre 2017|ULTIM'ORA|0 Comments

Alzheimer e anticorpi “virtuali”: interessanti scoperte

A cura di Valentina Nicolosi Un recente studio, pubblicato su Science Advances, ha identificato due anticorpi contro il principale indiziato nell’insorgenza della malattia di Alzheimer (AD): il peptide beta-amiloide. […]

14 settembre 2017|ULTIM'ORA|0 Comments

Cure di qualità, vita di qualità!

A cura di Daniele Orlandi Le malattie neurodegenerative sono patologie fortemente invalidanti a decorso più o meno rapido. Con la graduale morte delle cellule cerebrali, il paziente perde le sue capacità e la propria indipendenza. […]

7 settembre 2017|ULTIM'ORA|0 Comments

La Newsletter va in vacanza!

A cura di Daniele Altomare Carissimi lettori, la Newsletter di Centro Alzheimer va in vacanza per tutto il mese di Agosto! Torneremo puntuali nella vostra casella di posta elettronica a partire da giovedì 7 Settembre. […]

27 luglio 2017|ULTIM'ORA|0 Comments

La capacità di acconsentire al trattamento nei pazienti con malattia di Alzheimer

A cura di Anna Mega La capacità decisionale, spesso compromessa nelle malattie neurologiche e psichiatriche, rappresenta un aspetto importante dell’autonomia personale. […]

18 luglio 2017|ULTIM'ORA|0 Comments

Come gestire i cambiamenti comportamentali?

A cura di Daniele Orlandi La morte cellulare nella malattia d’Alzheimer è un processo graduale che inizia da aree specifiche, per poi diffondersi lentamente in tutto l’encefalo.  […]

13 luglio 2017|ULTIM'ORA|0 Comments

Malattia di Alzheimer in fase lieve: lo studio AMARANTH

A cura di Sara Gipponi Nei mesi scorsi è partita presso il nostro laboratorio una nuova sperimentazione farmacologica rivolta a persone con diagnosi di decadimento cognitivo lieve (MCI) dovuto ad Alzheimer o di Malattia di Alzheimer in fase lieve. […]

7 luglio 2017|ULTIM'ORA|0 Comments