Non è mai troppo tardi per iniziare a dedicarsi ad un nuovo hobby!

A cura di Cristina Festari Gli anziani che intraprendono, anche in tarda età, nuove attività mentalmente stimolanti hanno un rischio minore di sviluppare decadimento cognitivo lieve (Mild Cognitive Impairment, MCI), lo stadio prodromico della malattia di Alzheimer. […]

23 marzo 2017|ULTIM'ORA|0 Comments

Il bilinguismo ritarda la malattia di Alzheimer? La dimostrazione in uno studio italiano

A cura di Cristina Festari Secondo un interessante studio recentemente pubblicato da un team di ricercatori italiani coordinati dell’IRCCS San Raffaele di Milano, parlare più di una lingua può aiutare il cervello a resistere agli effetti della malattia di Alzheimer (AD). […]

9 marzo 2017|ULTIM'ORA|0 Comments

La terapia della luce come rimedio ai disturbi del sonno nelle persone con demenza

A cura di Anna Mega Le persone affette da demenza manifestano di frequente alterazioni del sonno che comportano un ulteriore carico per i familiari che se ne prendono cura. […]

9 febbraio 2017|ULTIM'ORA|0 Comments

Il ruolo dell’attività fisica e mentale nel prevenire la demenza.

A cura di Daniele Orlandi Ancora oggi il termine “demenza” evoca alla mente l’immagine di una persona sofferente e che fatica a riconoscere i familiari. Tuttavia, il morbo di Alzheimer fa riferimento ad un processo neurodegenerativo lento e graduale. […]

2 febbraio 2017|ULTIM'ORA|0 Comments

Mens sana in corpore sano: evidenze attuali di un proverbio secolare

A cura di Cristina Festari Un recentissimo studio pubblicato sul Journal of Alzheimer’s Disease ha dimostrato un effetto benefico dei cosiddetti interventi mind-body (mente-corpo), ossia basati sull’idea che la mente possa influenzare significativamente il corpo. […]

26 gennaio 2017|ULTIM'ORA|0 Comments

L’effetto protettivo del gene APOE2 sulla malattia di Alzheimer

A cura di Anna Mega Molti studi hanno indagato il ruolo del gene APOE4 nell’incrementare il rischio di sviluppare la malattia di Alzheimer; al contrario, sono poche le ricerche che hanno rivolto l’attenzione all’effetto protettivo del gene APOE2. A farlo, sono stati gli autori di un recente studio pubblicato sulla rivista Neurology utilizzando un approccio di neuroimaging multimodale trasversale. […]

19 gennaio 2017|ULTIM'ORA|0 Comments

Riserva cognitiva, un’arma in più contro la demenza!

A cura di Daniele Orlandi La riserva cognitiva è un costrutto teorico che descrive l’abilità mentale di un individuo nel resistere e recuperare le proprie capacità in seguito ad un danno cerebrale (es: ictus, neurodegenerazione). Questo aspetto della mente umana ha suscitato l’interesse del mondo [...]

12 gennaio 2017|ULTIM'ORA|0 Comments

Pensieri e parole…

A cura di... Antonella, una nostra lettrice Pensieri e parole... Pensieri e parole... Proprio ciò che manca ad un malato di Alzheimer... Il pensiero, i ricordi di una vita, le parole che hanno accompagnato la crescita dei nipoti di chi, come Zia Rosy, di figli [...]

24 dicembre 2016|ULTIM'ORA|0 Comments

Differenze di genere nella cura delle demenze: uno studio inglese.

A cura di Cristina Festari Un gruppo di ricercatori inglesi si è posto l’interrogativo di capire se esistono differenze nella presa in carico sanitaria e assistenziale delle persone affette da demenza attribuibili a fattori socio-economici, quali il risiedere in aree più svantaggiate, o di genere. Pertanto, hanno analizzato 68.061 cartelle cliniche di pazienti affetti da demenza, non residenziali, e 259.337 di persone cognitivamente integre. […]

22 dicembre 2016|ULTIM'ORA|0 Comments

Una sauna può ridurre il rischio di demenza?

A cura di Anna Mega La sauna (un bagno di calore effettuato all’interno di una cabina di legno) nasce in Finlandia ed è nota da sempre per le sue virtù terapeutiche. Non è tuttavia noto se ci sia una relazione tra frequenza di esposizione al calore della sauna e rischio di sviluppare demenza. […]

15 dicembre 2016|ULTIM'ORA|0 Comments