“Facciamo il punto”, incontro a Gavirate il 28 Aprile

A cura di Enrica Cavedo Oggi, 28 Aprile, alle ore 20.30, presso la Sala Consiliare del Comune di Gavirate, si terrà l'incontro "Facciamo il punto - Le nuove frontiere della ricerca sulla malattia di Alzheimer". All'incontro parteciperanno le dottoresse Enrica Cavedo, Michela Pievani e Samantha [...]

28 aprile 2017|ULTIM'ORA|0 Comments

Malattia di Alzheimer e sintomi depressivi

A cura di Anna Mega Ai sintomi della malattia di Alzheimer (AD) si associano di frequente anche sintomi depressivi (es. apatia, irritabilità), i quali comportano un peggioramento della qualità di vita sia per la persona malata che per chi se ne prende cura (caregiver). […]

20 aprile 2017|ULTIM'ORA|0 Comments

La caffeina: un promettente alleato contro la malattia di Alzheimer

A cura di Valentina Nicolosi Bere quotidianamente una tazza di caffè o di tè aiuta a prevenire l’insorgere di demenza? Un recente studio statunitense ha dimostrato che l’assunzione di caffeina stimola la produzione di un enzima neuroprotettivo carente in diverse malattie neurodegenerative: la Nicotinamide Mononucleotide Adenylyl Transferasi 2 (NMNAT2). […]

13 aprile 2017|ULTIM'ORA|0 Comments

Demenza e problemi comportamenti

A cura di Daniele Orlandi La malattia di Alzheimer è tristemente nota per le sue conseguenze sulla memoria. L’incapacità nel ricordare eventi, nomi ed esperienze si protrae lungo tutta la durata della malattia riducendo la qualità della vita di tutta la famiglia. […]

7 aprile 2017|ULTIM'ORA|0 Comments

Differenze fisiopatologiche nella malattia di Alzheimer ad esordio precoce e tardivo

A cura di Anna Mega Gli autori di uno studio pubblicato su Neurobiology of Aging hanno analizzato i dati clinici e di neuroimmagine di un gruppo omogeneo di pazienti con malattia di Alzheimer in fase lieve, sia ad esordio precoce (EOAD) che tardivo (LOAD); ciò, al fine di osservare le differenze nel pattern di atrofia e di ipometabolismo cerebrale in relazione all’età di insorgenza dei sintomi. […]

30 marzo 2017|ULTIM'ORA|0 Comments

Non è mai troppo tardi per iniziare a dedicarsi ad un nuovo hobby!

A cura di Cristina Festari Gli anziani che intraprendono, anche in tarda età, nuove attività mentalmente stimolanti hanno un rischio minore di sviluppare decadimento cognitivo lieve (Mild Cognitive Impairment, MCI), lo stadio prodromico della malattia di Alzheimer. […]

23 marzo 2017|ULTIM'ORA|0 Comments

Il bilinguismo ritarda la malattia di Alzheimer? La dimostrazione in uno studio italiano

A cura di Cristina Festari Secondo un interessante studio recentemente pubblicato da un team di ricercatori italiani coordinati dell’IRCCS San Raffaele di Milano, parlare più di una lingua può aiutare il cervello a resistere agli effetti della malattia di Alzheimer (AD). […]

9 marzo 2017|ULTIM'ORA|0 Comments

La terapia della luce come rimedio ai disturbi del sonno nelle persone con demenza

A cura di Anna Mega Le persone affette da demenza manifestano di frequente alterazioni del sonno che comportano un ulteriore carico per i familiari che se ne prendono cura. […]

9 febbraio 2017|ULTIM'ORA|0 Comments

Il ruolo dell’attività fisica e mentale nel prevenire la demenza.

A cura di Daniele Orlandi Ancora oggi il termine “demenza” evoca alla mente l’immagine di una persona sofferente e che fatica a riconoscere i familiari. Tuttavia, il morbo di Alzheimer fa riferimento ad un processo neurodegenerativo lento e graduale. […]

2 febbraio 2017|ULTIM'ORA|0 Comments

Mens sana in corpore sano: evidenze attuali di un proverbio secolare

A cura di Cristina Festari Un recentissimo studio pubblicato sul Journal of Alzheimer’s Disease ha dimostrato un effetto benefico dei cosiddetti interventi mind-body (mente-corpo), ossia basati sull’idea che la mente possa influenzare significativamente il corpo. […]

26 gennaio 2017|ULTIM'ORA|0 Comments