Qualità del sonno e patologia amiloide: il buon riposo come alleato per ridurre il rischio di Malattia di Alzheimer

A cura di Giulia Quattrini Poor sleep is associated with CSF biomarkers of amyloid pathology in cognitively normal adults. Sprecher KE, Koscik RL, Carlsson CM, Zetterberg H, Blennow K, Okonkwo OC, Sager MA, Asthana S, Johnson SC, Benca RM, Bendlin BB. Neurology. 2017 Aug 1;89(5):445-453.  doi: 10.1212/WNL.0000000000004171. La qualità del sonno è da tempo riconosciuta come un fattore in grado di incidere sul decorso della Malattia di Alzheimer (MA). La deprivazione di sonno, infatti, è associata all’aumento del rischio di sviluppare MA poiché induce un aumento dei livelli di proteina β-amiloide nel liquido cerebrospinale. […]

14 settembre 2017|News Medici|0 Comments

“Tabella di marcia” per la validazione dei biomarcatori per la diagnosi di Alzheimer

A cura di Elena Rolandi Strategic roadmap for an early diagnosis of Alzheimer’s disease based on biomarkers. Frisoni GB, Boccardi M, Barkhof F, Blennow K, Cappa S, Chiotis K, Démonet JF, Garibotto V, Giannakopoulos P, Gietl A, Hansson O, Herholz K, Jack CR Jr, Nobili F, Nordberg A, Snyder HM, Ten Kate M, Varrone A, Albanese E, Becker S, Bossuyt P, Carrillo MC, Cerami C, Dubois B, Gallo V, Giacobini E, Gold G, Hurst S, Lönneborg A, Lovblad KO, Mattsson N, Molinuevo JL, Monsch AU, Mosimann U, Padovani A, Picco A, Porteri C, Ratib O, Saint-Aubert L, Scerri C, Scheltens P, Schott JM, Sonni I, Teipel S, Vineis P, Visser PJ, Yasui Y, Winblad B. Lancet Neurol. 2017 Aug;16(8):661-676. doi: 10.1016/S1474-4422(17)30159-X. Epub 2017 Jul 11. Nonostante l’imponente mole di evidenze accumulate negli ultimi decenni sul supporto dei biomarcatori per la diagnosi della malattia di Alzheimer (MA), e l’inserimento degli stessi tra i più recenti criteri diagnostici, di fatto il loro utilizzo clinico è tuttora limitato. […]

7 settembre 2017|News Medici|0 Comments

Lanabecestat: nuovi risultati di fase I sulla popolazione giapponese.

A cura di Anna Tarallo BACE1 Inhibitor Lanabecestat (AZD3293) in a Phase 1 Study of Healthy Japanese Subjects: Pharmacokinetics and Effects on Plasma and Cerebrospinal Fluid Aβ Peptides. Sakamoto K, Matsuki S, Matsuguma K, Yoshihara T, Uchida N, Azuma F, Russell M, Hughes G, Haeberlein SB, Alexander RC, Eketjäll S, Kugler AR J Clin Pharmacol. 2017 Jun 15. doi: 10.1002/jcph.950. [Epub ahead of print] Nella ricerca di trattamenti disease-modifying per la malattia di Alzheimer (AD), la beta amiloide (AB) e la sua regolazione sono diventate un obiettivo terapeutico chiave, che potrebbe offrire l’opportunità di rallentare il declino cognitivo o addirittura alterare l’esito finale della malattia. […]

27 luglio 2017|News Medici|0 Comments

Asse intestino cervello: collegamento tra microbiota e funzioni cognitive

A cura di Federica Ribaldi Preliminary Evidence for an Association Between the Composition of the Gut Microbiome and Cognitive Function in Neurologically Healthy Older Adults Manderino L, Carroll I, Azcarate-Peril MA, Rochette A, Heinberg L, Peat C, Steffen K, Mitchell J, Gunstad J. J Int Neuropsychol Soc. 2017 Jun 23:1-6. doi: 10.1017/S1355617717000492. [Epub ahead of print] Il microbiota umano è un complesso ecosistema di microrganismi (batteri, funghi, virus) che colonizzano ogni parte del corpo. In particolare, quello intestinale rappresenta la componente più abbondante, contenendo circa 500-1.000 specie differenti di batteri con ampia variabilità interindividuale. […]

18 luglio 2017|News Medici|0 Comments

La modulazione dell’attività cerebrale nei soggetti anziani portatori di APOE4

A cura di Lorenzo Pini Differential aging trajectories of modulation of activation to cognitive challenge in APOE ε4 groups: Reduced modulation predicts poorer cognitive performance. Foster CM, Kennedy KM, Rodrigue KM. J Neurosci. 2017 Jun 26. La modulazione dell’attività cerebrale, ossia la risposta di attivazione o deattivazione delle reti cerebrali a determinati compiti cognitivi, diminuisce con l’età e nelle malattie neurodegenerative e sembra essere responsabile, almeno in parte, di alcuni deficit cognitivi. […]

13 luglio 2017|News Medici|0 Comments

Valutazione neuropsicologica per le patologie neurodegenerative: criticità e raccomandazioni

A cura di Elena Rolandi The need for harmonisation and innovation of neuropsychological assessment in neurodegenerative dementias in Europe: consensus document of the Joint Program for Neurodegenerative Diseases Working Group. Costa A, Bak T, Caffarra P, Caltagirone C, Ceccaldi M, Collette F, Crutch S, Della [...]

7 luglio 2017|News Medici|0 Comments

Possibile nuovo approccio terapeutico per la Malattia di Alzheimer

A cura di Anna Tarallo Amyloid β-Exposed Human Astrocytes Overproduce Phospho-Tau and Overrelease It within Exosomes, Effects Suppressed by Calcilytic NPS 2143-Further Implications for Alzheimer’s Therapy. Chiarini A, Armato U, Gardenal E, Gui L, Dal Prà I. Front Neurosci. 2017 Apr 20;11:217. doi: 10.3389/fnins.2017.00217. eCollection 2017. Le placche di beta-amiloide (AB) e gli oligomeri di tau iperfosforilata (p-tau) sono caratteristiche neuropatologiche distintive della malattia di Alzheimer (AD), ma ancora non è stato chiarito quale dei due eventi si inneschi per primo. […]

29 giugno 2017|News Medici|0 Comments

Sclerosi laterale amiotrofica: l’efficacia dell’edaravone

A cura di Federica Ribaldi Safety and efficacy of edaravone in well defined patients with amyotrophic lateral sclerosis: a randomised, double-blind, placebo-controlled trial. Writing Group; Edaravone (MCI-186) ALS 19 Study Group. Lancet Neurol. 2017 May 15. pii: S1474-4422(17)30115-1. doi: 10.1016/S1474-4422(17)30115-1. [Epub ahead of print]. La Sclerosi Laterale Amiotrofica (SLA) è una malattia neurodegenerativa progressiva che colpisce selettivamente i motoneuroni, caratterizzata da rigidità muscolare e graduale debolezza fino ad arrivare alla completa immobilità.  […]

22 giugno 2017|News Medici|0 Comments

La durata del sonno come marker precoce di neurodegenerazione

A cura di Lorenzo Pini Prolonged sleep duration as a marker of early neurodegeneration predicting incident dementia Andrew J. Westwood, Alexa Beiser, Nikita Jain Jayandra J. Himali, Charles DeCarli, Sanford H. Auerbach, Matthew P. Pase, Sudha Seshadri Neurology. 2017 Mar 21;88(12):1172-1179. I disturbi del sonno sono comuni nei pazienti con diagnosi di malattia di Alzheimer (AD) ed alcuni studi hanno suggerito un’associazione tra la durata auto-riferita del sonno (sia prolungata che breve) ed il rischio di sviluppare demenza. […]

16 giugno 2017|News Medici|0 Comments

Bloccare la neurodegenerazione: nuovi utilizzi per vecchi farmaci

A cura di Elena Rolandi Repurposed drugs targeting eIF2α-P-mediated translational repression prevent neurodegeneration in mice. Halliday M, Radford H, Zents KAM, Molloy C, Moreno JA, Verity NC, Smith E, Ortori CA, Barrett DA, Bushell M, Mallucci GR Brain. 2017 Jun 1;140(6):1768-1783. doi: 10.1093/brain/awx074. Scoprire nuovi utilizzi per vecchi farmaci, in inglese drug repurposing, permette di ridurre drasticamente il costo e i tempi per l’avvio di nuove promettenti sperimentazioni farmacologiche. […]

8 giugno 2017|News Medici|0 Comments